Mamme e Papà raccontano (menu)

Mamme e Papà Raccontano

 

Sono passati 17 anni ma non ho bisogno di guardare una foto per ricordare l’immagine del primo incontro con mio figlio.

Un ragnetto peloso di kg. 1,150, di 27 settimane, tutto gambe e braccia. Ho pianto!

Il ragnetto ora è un ragazzo di quasi un metro e novanta ma per me è sempre un bambino nato troppo presto.

Passi i primi anni di vita di tuo figlio a domandarti se è tutto a posto, a fare controlli. Nessun bambino nato a termine viene analizzato con tanta cura. Siamo stati fortunati ma è difficile scrollarsi di dosso la prematurità, perchè non è solo un dato anagrafico.

Cristina

 

La sofferenza crea spesso smarrimento in chi la vive e in chi la condivide. Il testimoniare un’evoluzione felice vuole regalare una possibilità concreta, una luce alla fine della strada difficile e accidentata che si sta percorrendo. Per questo vogliamo offrire a tutti quei genitori che stanno o hanno attraversato l’esperienza di una nascita prematura uno spazio dove condividere il proprio percorso, per essere di incoraggiamento a chiunque ne senta il bisogno. Per pubblicare la tua storia inviaci un’email a info@colibriparma.it.